06.3236312

Ginecomastia

Per ginecomastia si intende l'ingrandimento delle mammelle nell'uomo. Tale patologia comporta un aspetto femmineo del torace e quindi, in una popolazione maschile ormai molto attenta al look, alle tendenze ed alla moda, di certo rilevanti problemipsicologici. 

E’ bene sottolineare che la gran parte degli adolescenti, in età compresa fra i 12 ed i 17 anni, mostra una fase di rapido sviluppo del tessuto mammario, e quindi è frequente rilevare una cosiddetta ginecomastia puberale del tutto fisiologica che in oltre il 90% dei casi tende a regredire spontaneamente con lo sviluppo (Ginecomastia transitoria puberale).

Nel restante 10% dei casi la ginecomastia persiste oltre il diciassettesimo anno di età, in questo caso si parla di ginecomastia post-puberale. In tali evenienze sono quasi nulle le possibilità di regressione spontanea, e quindi è indicato il trattamento chirurgico.

La ginecomastia post puberale si classifica in :

Ginecomastia vera caratterizzata dalla sola componente ghiandolare residua dovuta ad una proliferazione (non tumorale) dei dotti mammari o dello stroma periduttale.

Ginecomastia mista caratterizzata sia dalla componente adiposa che ghiandolare.

Ginecomastia falsa (Pseudoginecomastia) nel caso in cui si tratti di solo accumulo adiposo

Un’ ecografia mammaria permetterà di identificare il tipo di ginecomastia da cui è affetto il paziente.
La diagnosi clinica può essere completata con degli esami del sangue per lo studio del quadro ormonale.

In alcuni casi la ginecomastia è da riferire a disfunzioni ormonali, terapie farmacologiche o ormonali, patologie testicolari, ecc.

La ginecomastia senile, infine, compare durante l’invecchiamento ed è secondaria alla riduzione dei livelli di testosterone libero ed all’aumento della conversione periferica degli estrogeni che più frequentemente si osserva negli anziani obesi.
L’intervento di ginecomastia è un intervento di riduzione della componente ghiandolare (Ginecomastia vera) e, dove necessario , di quella adiposa della mammella maschile (Ginecomastia mista).
L’operazione prevede, attraverso una incisione semicircolare intorno all’areola la asportazione chirurgica della ghiandola mammaria residua.
In caso di ginecomastia di grado elevato potrà essere necessario ridurre durante l’intervento la cute in eccesso.
Attraverso delle piccole incisioni laterali alle mammelle, in caso di eccesso adiposo, si introducono delle piccole cannule e si procede ad una lipoaspirazione della componente adiposa
In caso di falsa ginecomastia sarà sufficiente la sola lipoaspirazione della componente adiposa.
Io normalmente eseguo l’intervento in anestesia locale e il paziente può tornare a casa in giornata e dovrà indossare una guaina contenitiva ininterrottamente per circa 20 giorni.
Il lavoro e le attività sociali dovrebbero essere ridotte per almeno 2 settimane dopo l’intervento.
Se il lavoro del paziente fosse tale da richiedere attività fisica quale sollevamenti, spinte, etc., sarà necessario un periodo di convalescenza più lungo.
Negli ultimi anni ho sottoposto decine di pazienti ad intervento chirurgico di ginecomastia ed ho riscontrato una soddisfazione pressoché unanime sia per i risultati estetici ottenuti sia per il post operatorio poco doloroso, i tempi brevi di guarigione e la bassissima incidenza di complicanze.
Eseguo gli interventi di ginecomastia presso la Casa di Cura Privata Villa Stuart di Roma struttura sanitaria di eccellenza tra le cliniche romane.  

 

Domande frequenti :

Quando sottoporsi ad un intervento chirurgico di ginecomastia ?

Sono candidati ad un intervento chirurgico di ginecomastia tutti i pazienti di sesso maschile che con lo sviluppo non si sia ridotta la ipertrofia mammaria, causa di disagi psicologici e comportamentali soprattutto per i ragazzi giovani.

 

Quale è il beneficio di sottoporsi ad un intervento chirurgico per ginecomastia?

L’ intervento chirurgico per la correzione della ginecomastia richiede da i 60 ai 90 minuti, si esegue anche in anestesia locale ed il paziente può tornare a casa in giornata.

 

La correzione della ginecomastia si esegue con quale tipo di anestesia e quanto dura il ricovero in clinica?

La tecnica chirurgica da me utilizzata permette di eseguire l’intervento chirurgico in anestesia locale con sedazione e dimettere il paziente in giornata (ricovero in Day Hospital), in caso il paziente preferisca l’anestesia generale potrà tornare a casa il giorno dopo.

 

Il post operatorio è doloroso?

La tecnica chirurgica garantisce un post operatorio non particolarmente doloroso che viene controllato da una efficace terapia antidolorifica.

 

Dopo quanto tempo si rimuovono i punti di sutura?

I punti di sutura saranno completamente rimossi in 10giorni.

 

Dopo quanto tempo si può riprendere la vita lavorativa?

Il paziente già dal giorno stesso dell’intervento deve iniziare a muovere le braccia e in una diecina di giorni riprendere una vita lavorativa e relazionale normale.

 

Dopo quanto tempo si può riprendere l’attività sportiva?

Le attività sportive potranno essere riprese dopo 4 settimane per quanto concerne lo jogging, danza, palestra, mentre per gli sport più intensi (sci, tennis, calcio, basket, vela, nuoto, pesca subacquea, equitazione ,ecc.) sarà preferibile attendere per lo meno 6 – 8 settimane.

 

Dopo quanto tempo si può riprendere la guida dell’automobile?

La guida dell'automobile è consentita dopo 2 settimane.

 

Dopo quanto tempo si può riprendere l’attività sessuale?

l'attività sessuale può essere ripresa dopo 2 - 3 settimane.

 

Quali accortezze deve avere la paziente nel post operatorio immediato?

Il paziente dovrà :

  • essere accompagnato a casa e non restare da sola a domicilio
  • seguire la terapia farmacologica prescritta indossare in maniera continuativa una guaina contenitiva per circa 1 mese
  • deambulare fin dalla prima giornata per ridurre il rischio di fenomeni di trombosi degli arti inferiori
  • dormire supino per circa un mese
  • al minimo dubbio di un andamento anormale del periodo postoperatorio o per qualsiasi altro problema inerente l’intervento, consultate senza esitazione il Chirurgo
  • presentarsi alle visite di controllo programmate

 

Le cicatrici sono visibili?

Le cicatrici che rimangono dopo questo intervento, nella maggioranza dei casi intorno all’areola, si rendono meno evidenti con il tempo. Nelle prime settimane le cicatrici appaiono rosse per poi maturare in 3/6 mesi divenendo biancastre e meno evidenti. Si consiglia nel post operatorio di utilizzare dei gel al silicone da applicare sulle cicatrici per migliorarne il risultato estetico.

 

Quanto costa un intervento chirurgico di correzione della ginecomastia?

La correzione chirurgica di una ginecomastia costa a partire dai 3.000,00 euro, dipenderà se solo adiposa o ghiandolare , dai tempi di sala operatoria e dai tempi di degenza.

 

end faq

RICHIEDI INFORMAZIONI

Nome 
Telefono 
Email 
Richiesta 
Consenso privacy   Acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi secondo il D.Lgs 196/2003.  
Scrivere questo testo nel riquadro hus Aiutaci a prevenire lo SPAM!
    

MAURIZIO ELEUTERI

Nato a Roma il 01-08-1959. Nel 1978 Diploma di Maturità Scientifica. L’11-04-1985 LAUREA in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Roma "LA SAPIENZA" discutendo la Tesi di Laurea "Ricostruzione della mammella dopo demolizione per tumore". Aprile 1985 abilitazione all'esercizio professionale. Il 26-07-1985 iscrizione all'Albo Professionale dei Medici e Chirurghi di Roma (n. tessera 36350). Il 14-07-1989 diploma di specializzazione in "Chirurgia a dell’Apparato Digerente" conseguito presso l'Università di Roma "LA SAPIENZA". Dal 1992 Socio aderente alla "Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica". Dal 1994 Socio Onorario della "Associazione dei Chirurghi Plastici dell’Italia centrale". Il 20-07-1994 Diploma di Specializzazione in "Chirurgia Plastica e Ricostruttiva" conseguito presso la II Università di Roma "Tor Vergata". L'11-1995 passaggio da Socio Aderente a Socio Ordinario della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica. Dicembre 1995 vincitore della Borsa di Studio erogata dalla "Fondazione Enrico ed Enrica Sovena" della durata di un anno per il programma di ricerca "L'utilizzo della tecnica video assistita in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica". Nel 1997 Consigliere dell'Associazione dei Chirurghi Plastici dell'Italia Centrale. Dal 2000 Professore alla II Università degli studi di Roma "Tor Vergata". "Scuola di specializzazione in chirurgia Plastica e Ricostruttiva".