06.3236312

Lifting viso


Il lifting è un intervento di chirurgia estetica il cui vantaggio è correggere in modo naturale e duraturo nel tempo i segni dell’invecchiamento del viso dovuti al rilassamento dei muscoli e della cute.

Il lifting facciale si esegue in anestesia locale e il/la paziente può tornare a casa il giorno stesso. Dopo 48 ore dall’intervento si rimuove il bendaggio compressivo e si consiglia di fare il primo shampoo.

Dopo 7 / 10 giorni si rimuovono i punti di sutura e con l’ausilio di un trucco leggero, per coprire le eventuali ecchimosi, il/la paziente può riprendere la sua vita di relazione e lavorativa e se desidera recarsi dal parrucchiere.

Le aree anatomiche della faccia che possono essere trattate con un lifting sono il sopracciglio, le guancie e il collo.

In relazione all’entità del rilassamento muscolare e cutaneo le aree del viso possono essere trattate singolarmente (es. lifting temporale per far risalire il sopracciglio o lifting cervicale per il rilassamento del collo) o nel loro insieme (full face lift).

In caso di lifting completo le incisioni chirurgiche, per renderle poco visibili, scendono curvilinee dall’interno della linea dei capelli della regione temporale al davanti dietro il trago, curvano in basso intorno al lobo auricolare e continuano nel solco retro-auricolare verso l'alto, e di nuovo in basso nei capelli della regione retro-mastoidea.

Attraverso queste incisioni si procede alla preparazione della cute e dei muscoli della faccia rilassati (Fascia temporale, SMAS e Muscolo platisma).
I muscoli vengono trazionati e riposizionati per ridefinire in modo naturale e gradevole il profilo facciale. 

Alla fine dell'intervento viene applicato un bendaggio compressivo morbido in modo da mantenere una moderata compressione su tutta l’area dell'intervento. Ciò viene eseguito al fine di ottenere una riduzione dell‘edema (gonfiore), del rischio di sanguinamenti e proteggere le ferite. Vengono posizionati i drenaggi sui lati che si rimuovono dopo 24/48 ore.

Il face lift dove necessario può essere combinato ad una blefaroplastica o altri tipi di interventi di ringiovanimento facciale (lipofilling, ecc.). La durata dell'intervento è di circa 2,5/3,5 ore a seconda delle aree da trattare.

Negli ultimi anni ho sottoposto decine di pazienti ad intervento chirurgico di lifting facciale , parziale o completo, ed ho riscontrato una soddisfazione pressoché unanime sia per i risultati estetici ottenuti sia per il post operatorio poco doloroso, i tempi brevi di guarigione e la bassissima incidenza di complicanze.

Eseguo gli interventi di lifting facciale presso la Casa di Cura Privata Villa Stuart di Roma struttura sanitaria di eccellenza tra le cliniche romane.   

 

Domande frequenti :

Qual è l’indicazione di un intervento chirurgico di lifting della faccia?

I segni dell’invecchiamento facciale sono l’accentuazione della piega naso- geniena, la piega agli angoli della bocca e il rilassamento del collo. Il rilassamento della cute e della muscolatura facciale sono l’indicazione per sottoporsi ad un lifting.

 

Qual è il vantaggio di sottoporsi ad un intervento chirurgico di lifting facciale?

Il vantaggio di sottoporsi ad un lifting è correggere in modo naturale e duraturo nel tempo il rilassamento dei muscoli e della cute della faccia.

 

Il lifting della faccia si esegue con quale tipo di anestesia e quanto dura il ricovero in clinica?

Consiglio le mie pazienti di sottoporsi a lifting in anestesia locale e le dimetto dalla clinica il giorno stesso.

 

Il post operatorio è doloroso?

Dopo l’intervento si ha un certo grado di edema (gonfiore) ed ecchimosi (lividi neri intorno gli occhi, faccia e collo), tale edema raggiunge il suo massimo al secondo - terzo giorno dopo l’intervento per riassorbirsi lentamente nel giro di due settimane. Durante la prima notte dopo l’intervento la paziente potrà avvertire un lieve dolore pungente o pulsante facilmente dominabile con blandi analgesici. Durante l’intervento infiltro l’area da operare con un anestetico locale (naropina) particolarmente efficace per la sua analgesia post-operatoria, inoltre il paziente viene assistito durante il ricovero con una terapia analgesica somministrata endovena attraverso una pompa.

 

Dopo quanto tempo si riassorbono i lividi dell’intervento?

Gonfiore e lividi raggiungono il loro massimo nei primi 2/3 giorni dopo l’intervento per poi scomparire gradualmente in 10/15 giorni. Dopo la prima settimana la paziente può coprire i lividi con un trucco e ,se desidera, sottoporsi a dei linfodrenaggi manuali per attenuare il gonfiore.

 

Dopo quanto tempo si può riprendere la vita lavorativa?

La paziente già dal giorno stesso dell’intervento deve iniziare ad alzarsi dal letto e dopo circa 1 settimana potrà riprendere una vita lavorativa e relazionale normale, aiutandosi con un trucco a coprire i lividi.

 

Dopo quanto tempo si rimuove il bendaggio compressivo?

Il bendaggio viene rimosso dopo 48 ore e il/la paziente può fare il primo shampoo per capelli.

 

Dopo quanto tempo si può riprendere l’attività sportiva?

Le attività sportive potranno essere riprese dopo 4 settimane per quanto concerne lo jogging, danza, palestra, mentre per gli sport più intensi (sci, tennis, calcio, basket, vela, nuoto, pesca subacquea, equitazione, ecc.) sarà preferibile attendere per lo meno 6 – 8 settimane.

 

Dopo quanto tempo si può prendere l’aereo, andare in montagna, esporsi al sole?

A circa 1 mese dall’intervento il/la paziente può prendere l’aereo, andare in montagna, esporsi al sole con una buona protezione solare, ecc.

 

Dopo quanto tempo si può riprendere la guida dell’automobile?

La guida dell'automobile è consentita dopo 1 settimana.

 

Dopo quanto tempo si può riprendere l’attività sessuale?

L'attività sessuale può essere ripresa dopo 2/3 settimane.

 

Dopo quanto tempo si può fare la tinta ai capelli?

Eventuali tinture dei capelli sono consentite fino a tre giorni prima dell'operazione. Dopo l’intervento è consigliato attendere 20/30 giorni per ripetere la tintura.

 

Quali accortezze deve avere il/la paziente nel post operatorio immediato?

La paziente dovrà :

  • essere accompagnata a casa e non restare da sola a domicilio
  • seguire la terapia farmacologica prescritta
  • deambulare fin dalla prima giornata per ridurre il rischio di fenomeni di trombosi degli arti inferiori
  • dormire supina per circa un mese
  • nei primi giorni successivi è consigliata una dieta liquida e con alimenti morbidi e non molto caldi
  • al minimo dubbio del periodo postoperatorio o per qualsiasi altro problema inerente l’intervento, consultate senza esitazione il Chirurgo
  • presentarsi alle visite di controllo programmate

 

Le cicatrici sono visibili?

Le cicatrici, nascoste dai capelli e dalle pieghe dell’orecchio, si rendono meno evidenti con il tempo. Nelle prime settimane, le cicatrici appaiono rosse ed è necessario attendere 1/3 mesi perché maturino definitivamente, appiattendosi e divenendo biancastre.

 

Bisogna sottoporsi a controlli periodici?

Sono necessari i controlli periodici programmati per i primi 6 mesi.

 

Quanto durano nel tempo i risultati estetici del lifting?

La durata nel tempo del lifting è di 7/10 anni. Quando necessario la paziente potrà sottoporsi ad un secondo lifting facciale.

 

Quanto costa un intervento chirurgico di lifting della faccia?

Una lifting facciale costa a partire dai 6.000,00 euro, dipenderà dal tipo di lifting, dai tempi di sala operatoria e dalla durata della degenza.

 

end faq

RICHIEDI INFORMAZIONI

Nome 
Telefono 
Email 
Richiesta 
Consenso privacy   Acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi secondo il D.Lgs 196/2003.  
Scrivere questo testo nel riquadro sad Aiutaci a prevenire lo SPAM!
    

MAURIZIO ELEUTERI

Nato a Roma il 01-08-1959. Nel 1978 Diploma di Maturità Scientifica. L’11-04-1985 LAUREA in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Roma "LA SAPIENZA" discutendo la Tesi di Laurea "Ricostruzione della mammella dopo demolizione per tumore". Aprile 1985 abilitazione all'esercizio professionale. Il 26-07-1985 iscrizione all'Albo Professionale dei Medici e Chirurghi di Roma (n. tessera 36350). Il 14-07-1989 diploma di specializzazione in "Chirurgia a dell’Apparato Digerente" conseguito presso l'Università di Roma "LA SAPIENZA". Dal 1992 Socio aderente alla "Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica". Dal 1994 Socio Onorario della "Associazione dei Chirurghi Plastici dell’Italia centrale". Il 20-07-1994 Diploma di Specializzazione in "Chirurgia Plastica e Ricostruttiva" conseguito presso la II Università di Roma "Tor Vergata". L'11-1995 passaggio da Socio Aderente a Socio Ordinario della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica. Dicembre 1995 vincitore della Borsa di Studio erogata dalla "Fondazione Enrico ed Enrica Sovena" della durata di un anno per il programma di ricerca "L'utilizzo della tecnica video assistita in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica". Nel 1997 Consigliere dell'Associazione dei Chirurghi Plastici dell'Italia Centrale. Dal 2000 Professore alla II Università degli studi di Roma "Tor Vergata". "Scuola di specializzazione in chirurgia Plastica e Ricostruttiva".