06.3236312

Cellule staminali (PRP)

IL GEL PIASTRINICO PRP (Plasma Ricco di Piastrine), LA BIOSTIMOLAZIONE AUTOLOGA CON FATTORI DI CRESCITA


La medicina rigenerativa è una nuova disciplina multidisciplinare di ricerca ed applicazione clinica per riparare e rigenerare cellule, tessuti ed organi.
Negli ultimi anni il campo di azione della medicina rigenerativa si è esteso a numerose specialità mediche compresa la chirurgia e la medicina estetica.

Oggi la medicina estetica sfrutta la potenzialità di differenti linee cellulari tra cui le più utilizzate sono le Piastrine (PRP - Plasma Ricco di Piastrine) sia a fini rigenerativi che anti-invecchiamento.
Le staminali sono delle cellule , presenti nel nostro corpo , che ancora non si sono differenziate , vere e proprie cellule di riserva , che possono essere utilizzate per ricostituire e rigenerare vari tipi di tessuti ( osso , derma , ecc. ).In medicina e chirurgia estetica il più utilizzato è il “ gel piastrinico “.

IL GEL PIASTRINICO (PRP) è un derivato del sangue costituito da concentrato di piastrine ricco di fattori di crescita (growth factor GFs), e attivato in forma di gel per mezzo dell’aggiunta di piastrine e calcio gluconato .
Il prelievo viene fatto sul paziente e dopo preparazione viene immediatamente iniettato sul paziente stesso (autologo) senza rischi alcuni di allergia e intolleranze.

L’azione ripartiva e rigenerativa del gel è dovuta al rilascio lento e progressivo dei fattori di crescita contenuti all’interno delle piastrine.

I fattori di crescita sono capaci di stimolare le cellule staminali che si trasformano in fibroblasti , che sintetizzano le componenti fondamentali (collagene e acido ialuronico) del derma cutaneo, per cui può essere utilizzato sia a fini riparativi (ustioni, ulcere, ecc.) che estetici (cicatrici, rughe, aging).

Il PRP ha indicazioni anche per il rinfoltimento dei capelli e il trattamento degli esiti di acne, smagliature, ulcere cutanee, ecc.


VANTAGGI CLINICI nell’utilizzo delle cellule staminali in medicina. 

L’utilizzo del PRP in medicina estetica presenta importanti vantaggi clinici 

  • È una “sostanza” naturale e di derivazione umana
  • Non esistono effetti collaterali quali possibili allergie o intolleranze
  • È privo di tossicità per i tessuti su cui è applicato
  • Stimola i processi riparativi e la crescita dei tessuti lesi su cui é applicato

 

EFFETTI CLINICI 

  • Stimolazione della proliferazione cellulare
  • Stimolazione dei processi riparativi e rigenerativi
  • Stimolazione alle guarigione delle ferite
  • Stimolazione alla produzione di fibroblasti
  • Accelerazione della cicatrizzazione
  • Biostimolazione alla produzione di collagene autologo

 

APPLICAZIONI CLINICHE del PRP in medicina estetica

Tra le tecniche di ringiovanimento, quella sicuramente più innovativa è la Biostimolazione Autologa mediante gel piastrinico (PRP) con il quale si raggiunge un miglioramento delle condizioni basali del derma, della qualità e dell’aspetto della cute.

Partendo dal presupposto che nelle Piastrine del sangue vi siano Fattori di Crescita, si è trovato il modo di utilizzarle al posto di vitamine, aminoacidi e altre sostanze utili a creare un substrato per fibroblasti, che sono le cellule generatrici di collagene.

La sintesi di collagene, ottenuta con il gel piastrinico (PRP) è ciò che restituisce alla pelle turgore ed elasticità, rendendola più tonica, fresca e giovane senza rischi di allergia, rigetto o effetti collaterali possibili con l’utilizzo di sostanze non autologhe.

Il trattamento consiste in un mini-prelievo; si centrifuga il sangue, si estraggono le Piastrine che, una volta applicate, rigenerano i tessuti con effetto di riempimento. 

Lo Specialista, tramite aghi sottilissimi, inietta il Concentrato Cellulare Autologo ricco di Piastrine VISO - COLLO - DECOLTE’ – MANI.

Una volta iniettate le Piastrine iniziano il loro naturale processo di rilascio di Fattori di Crescita attivando così una profonda rigenerazione del tessuto cutaneo dato dalla maggior quantità di collagene prodotto dai fibroblasti, con risultati visibili dopo un paio di settimane dalla prima applicazione.

Un trattamento biologico non solo estetico,dunque, ma anche una terapia atta a migliorare le condizioni vitali della propria cute.

Inoltre il gel piastrinico, negli ultimi anni, sta trovando largo impiego in altre problematiche estetiche quali l’alopecia androgenica (stimola ricrescita capelli), esiti da acne (rigenerazione tessutale), smagliature.

L’azione rigenerativa del gel piastrinico può essere completata e potenziata combinandola con trattamenti quali le Radiofrequenze (come ad esempio per il rilassamento delle braccia e dell’interno delle cosce), i laser, ecc. 

 

 

Domande frequenti :

Perché l’utilizzo di Gel piastrinico PRP Autologo come anti-aging cutaneo?

Nel processo di invecchiamento si osserva una progressiva diminuzione di attività delle cellule preposte alla produzione di collagene e acido ialuronico. In particolare, l'effetto igroscopico (che favorisce, cioè, il richiamo di acqua) e l'effetto di sostegno di queste sostanze determinano il grado di compattezza, turgore, ed elasticità dei tessuti cutanei. Per questo motivo, nel processo di invecchiamento, dove si osserva una riduzione della quantità e della qualità di queste componenti, osserviamo una perdita di elasticità, compattezza e luminosità della pelle. La biostimolazione autologa con PRP è il trattamento di elezione per la rigenerazione e reidratazione profonda della cute e il recupero di elasticità cutanea generando un effetto di ringiovanimento delle aree trattate. Il PRP può sostituire per efficacia i vecchi biostimolanti tradizionali quali le vitamine, l’acido Ialuronico , ecc Inoltre essendo autologo non ha il rischio di reazioni allergiche Le proprietà stimolanti e idratanti del PRP consentono la rigenerazione/reidratazione profonda dei tessuti migliorando i segni dell’invecchiamento cutaneo e prevengono il processo di invecchiamento cutaneo.

La procedura ha il vantaggio di migliorare:

  • l’elasticità cutanea
  • l'idratazione ed il turgore del tessuto cutaneo
  • aumenta visibilmente la tonicità/elasticità della pelle
  • riduzione delle rughe
  • contrasta l’azione dei radicali liberi.

 

Può essere pericoloso per la salute della/del paziente l’utilizzo del PRP?

Assolutamente no infatti il vantaggio offerto dal gel piastrinico è che si tratta di una prodotto ottenuto dal sangue del paziente (autologo) e non ha effetti collaterali tipo allergie o intolleranze.

 

Quali sono le indicazioni ad un trattamento con PRP?

L’utilizzo del PRP trova indicazione per il trattamento delle seguenti condizioni:

  • invecchiamento cutaneo viso, collo ,decolté, mani
  • cute secca e anelastica
  • aging solare
  • rughe
  • rinfoltimento dei capelli
  • esiti cicatriziali ed acne
  • ferite e ulcere cutanee

 

A che età ci si può sottoporre a trattamento?

Tutte le/i pazienti da 18 anni in su.

 

A chi rivolgersi per la biostimolazione autologa con PRP?

La biostimolazione va praticata solo da laureati in medicina e preferibilmente specialisti del settore.

 

In cosa consiste la biostimolazione autologa con PRP?

Il gel piastrinico viene iniettato sottocute a livello del derma, dove naturalmente e fisiologicamente è presente l’ac. ialuronico autologo attraverso aghi sottili: le iniezioni vengono normalmente eseguite nello studio del medico. La durata del trattamento è di circa 20/30 minuti.

 

Le punture sono dolorose?

L’utilizzo di aghi sottilissimi rende le punture praticamente indolori. Nel caso di pazienti particolarmente sensibili si può applicare una crema anestetica sulle aree da trattare 20/30 minuti prima delle punture.

 

Le punture lasciano segni visibili?

Nella maggioranza dei casi le punture non lasciano segni visibili, in rari casi possono comparire dei piccoli lividi (facilmente copribili con il trucco) o un transitorio arrossamento della zona trattata,questo consente al/alla paziente di riprendere immediatamente la sua vita di relazione.

 

Quali accortezze deve seguire il paziente nell’immediato post-trattamento?

Il post trattamento con PRP non prevede particolari limitazione per la/il paziente nelle ore successive. Si consiglia di evitare l’esposizione solare o a lampade abbronzanti nei giorni successivi al trattamento.

 

Con quale frequenza si ripetono le biostimolazioni autologhe con PRP?

Il protocollo di trattamento varia da caso a caso, in genere Il trattamento può essere ripetuto dopo 4-6 mesi.

 

Quali controindicazioni ha il PRP?

Essendo un prodotto autologo non ha nessuna controindicazione. Si sconsiglia la somministrazione in pazienti in terapia antiaggregante piastrinica, durante la gravidanza, l'allattamento e malattie oncologiche in fase avanzata. Inoltre è controindicato in presenza di infezioni locali e malattie della pelle, infezione da Herpes in corso, patologie autoimmuni della cute e collagenopatie.

 

Quale è il costo di una biostimolazione autologa con PRP?

Il trattamento di Biostimolazione autologa con PRP ha un costo di € 350,00.

 

end faq

RICHIEDI INFORMAZIONI

Nome 
Telefono 
Email 
Richiesta 
Consenso privacy   Acconsento al trattamento dei dati personali trasmessi secondo il D.Lgs 196/2003.  
Scrivere questo testo nel riquadro dos Aiutaci a prevenire lo SPAM!
    

MAURIZIO ELEUTERI

Nato a Roma il 01-08-1959. Nel 1978 Diploma di Maturità Scientifica. L’11-04-1985 LAUREA in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Roma "LA SAPIENZA" discutendo la Tesi di Laurea "Ricostruzione della mammella dopo demolizione per tumore". Aprile 1985 abilitazione all'esercizio professionale. Il 26-07-1985 iscrizione all'Albo Professionale dei Medici e Chirurghi di Roma (n. tessera 36350). Il 14-07-1989 diploma di specializzazione in "Chirurgia a dell’Apparato Digerente" conseguito presso l'Università di Roma "LA SAPIENZA". Dal 1992 Socio aderente alla "Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica". Dal 1994 Socio Onorario della "Associazione dei Chirurghi Plastici dell’Italia centrale". Il 20-07-1994 Diploma di Specializzazione in "Chirurgia Plastica e Ricostruttiva" conseguito presso la II Università di Roma "Tor Vergata". L'11-1995 passaggio da Socio Aderente a Socio Ordinario della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica. Dicembre 1995 vincitore della Borsa di Studio erogata dalla "Fondazione Enrico ed Enrica Sovena" della durata di un anno per il programma di ricerca "L'utilizzo della tecnica video assistita in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica". Nel 1997 Consigliere dell'Associazione dei Chirurghi Plastici dell'Italia Centrale. Dal 2000 Professore alla II Università degli studi di Roma "Tor Vergata". "Scuola di specializzazione in chirurgia Plastica e Ricostruttiva".